Ebola: contagiato Sheik Umar Khan, capo equipe contro epidemia Sierra Leone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2014 14:32 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2014 14:32
Ebola: contagiato Sheik Umar Khan, capo equipe contro epidemia Sierra Leone

Ebola: contagiato Sheik Umar Khan, capo equipe contro epidemia Sierra Leone

ROMA – In Sierra Leone il medico che coordinava lo sforzo per contenere l’epidemia di Ebola è stato contagiato dal virus. Lo ha reso noto con un comunicato la presidenza dello stato africano dove la malattia ha fatto il maggior numero di casi, 442 con 206 morti. ”Sheik Umar Khan è stato trovato positivo al test del virus – spiega il comunicato – ed è stato ricoverato in una struttura gestita da Medici Senza Frontiere a Kailahun”. L’epidemia nel paese sta interessando la parte est, quella al confine con Liberia e Guinea, gli altri due paesi interessati.

In Sierra Leone hanno già perso la vita anche tre infermiere che facevano parte dei team al lavoro sull’epidemia. L’episodio ha originato uno sciopero del personale sanitario, rientrato quando il governo ha concesso di spostare i pazienti dagli ospedali e di lasciare che Msf coordinasse gli sforzi. Secondo le ultime cifre fornite dall’Oms sono 1048 i casi nei tre paesi, con 632 morti. ”Il dottor Khan è un eroe nazionale – si legge nella nota – passava dodici ore al giorno a salvare vite”.

Nei paesi colpiti dal virus, Liberia, Sierra Leone e Guinea, i casi dall’inizio dell’anno sono 635 con 399 decessi. Dopo un momento in cui aveva illuso gli esperti con la situazione che sembrava sotto controllo, il virus Ebola ha rialzato la testa, e l’epidemia in corso in Africa occidentale sta battendo i record di durata e gravità al punto che l’Oms ha convocato i ministri della Salute dell’area interessata chiedendo ‘misure straordinarie’. Il pericolo è comunque circoscritto al continente africano, avvertono gli esperti, anche se la possibilità teorica che qualche caso importato si verifichi in Europa non è da scartare.