Egitto, 28 Fratelli Musulmani condannati a morte per attentato al procuratore capo Barakat

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2017 15:57 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2017 16:06
Egitto, 28 Fratelli Musulmani condannati a morte per attentato al procuratore capo Barakat

Egitto, 28 Fratelli Musulmani condannati a morte per attentato al procuratore capo Barakat

IL CAIRO – Condanne esemplari in Egitto per l’uccisione del Procuratore capo Hisham Barakat, morto nell’esplosione di un’autobomba a giugno 2015 al Cairo. Ventotto presunti terroristi dei Fratelli musulmani sono stati condannati a morte per impiccagione in primo grado. Lo riferisce il sito Dawn.

Le sentenze sono state pronunciate da un tribunale penale del Cairo che ha inflitto anche 15 ergastoli e otto condanne a 15 anni di reclusione per la morte del massimo magistrato inquirente del Paese.

A giugno il tribunale aveva inflitto 31 condanne a morte sottoponendo poi la sentenza al vaglio non vincolante e segreto del Gran Muftì. Il pronunciamento odierno può essere contestato in appello.

Gli imputati, che secondo l’accusa sono militanti dei Fratelli musulmani, erano 67 e l’attentato fu rivendicato dal gruppo “Resistenza popolare”, dichiarato terrorista in Egitto nel febbraio scorso.

Il governo, che sostiene la tesi di una regia di Fratelli Musulmani e Hamas, aveva diffuso un video contenente le confessioni di alcuni accusati. Molti di loro accusano tuttavia che siano loro state estorte sotto tortura.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other