Egitto, archeologia. Modello della tomba di Osiride scoperto a Luxor

Pubblicato il 3 Gennaio 2015 15:02 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2015 15:09
Osiride

Osiride

EGITTO, IL CAIRO – Un nuovo complesso che rappresenta un modello della mitica tomba di Osiride è stato scoperto a Sheikh Abd el-Gourna (Luxor), all’interno della tomba inedita Kampp -327-.

Si tratta, si legge in una nota, della seconda scoperta della Missione Archeologica Canario-Toscana in collaborazione con il Ministero di Stato per le Antichità Egiziane, co-diretta dall’archeologa toscana Irene Morfini e dalla canaria Maria Milagros Alvarez Sosa, che ha la concessione di due tombe nell’area tebana di Sheikh Abd el-Gourna (Luxor): TT109 (tomba di Min) e Kampp -327- (tomba anonima).

La prima scoperta risale allo scorso marzo, la tomba di May. Mentre la tomba di Min è quasi completamente inedita, ad eccezione di tentativi di disegnarne la pianta nel corso del XX secolo, la tomba Kampp -327- è del tutto inedita. L’estrema importanza di questa tomba – prosegue la nota – si trova nella sua architettura, che rappresenta un modello della mitica tomba di Osiride, di cui la replica più evidente conosciuta finora è considerata l’ Oiseron di Abido.

Dopo una sala trasversale sostenuta da 5 colonne, una scalinata scavata nella roccia conduce ad un complesso dedicato a Osideri, il dio degli inferi. Una statua di Osiride si trova infatti all’interno di una cappella con un soffitto a volta nel mezzo di una struttura complessa. Davanti alla statua c’è una scala con un pozzo tagliato, che scende per circa 9 metri, portando ad una camera e ad un secondo pozzo, che è di circa 6 metri di profondità, che termina nella parte più profonda del monumento.

La statua di Osiride è circondata da un corridoio, destinato a isolare e proteggere la parte più importante del complesso. La tomba Kampp -327- rappresenta il modello più evidente di una tomba di Osiride a Luxor e l’unico nella zona di Sheikh Abd el-Gourna. La scoperta è stata annunciata nei giorni scorsi dal ministro delle antichità egiziano Mamduh Eldamaty.