Egitto, inglese arrestata per antidolorifico a base di oppio potrà tornare a casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2019 6:00 | Ultimo aggiornamento: 28 gennaio 2019 20:06
Laura Plummer arrestata per antidolorifici in Egitto: tornerà a casa

Egitto, Laura Plummer arrestata per antidolorifico a base di oppio potrà tornare a casa

LONDRA – Laura Plummer, cittadina britannica imprigionata in Egitto per possesso dell’antidolorifico oppioide Tramadol, è stata rilasciata in anticipo dopo aver trascorso 14 mesi dietro le sbarre ed è in procinto di rientrare nel Regno Unito. 

La Plummer, 34 anni, nel 2017 è stata fermata all’aeroporto di Hurgada con 209 pasticche di Tramadol nella valigia e  condannata a tre anni di carcere per possesso di droga, scrive il Daily Mail.  La donna, di Humberside, addetta alle vendite di Hull ha affermato di non sapere che in Egitto il farmaco fosse una sostanza proibita e stava portando le compresse al partner, Omar Caboo, afflitto da mal di schiena. 

Il 25 gennaio, anniversario della rivoluzione egiziana del 2011, la Plummer è stata uno dei 6.925 detenuti rilasciati in anticipo dal presidente Abdel Fatah al-Sisi. E’ stata trasferita in custodia dalla polizia nella località turistica egiziana di Hurghada, in attesa di un volo di ritorno a casa con la madre e la sorella. 

Al momento del rilascio, la Plummer ha detto: “Sono felice di tornare a casa. Prometto che non metterò mai più piede in un aeroporto”. Il Foreign Office avverte i viaggiatori in Egitto dei pericoli che si corrono in caso di possesso di sostanze illegali, nonché “pubblicizzando opinioni fortemente negative sull’Egitto o facendo commenti politici”.