Egitto: Obama chiede revoca dello Stato di emergenza

Pubblicato il 24 ottobre 2011 22:27 | Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2011 1:09

NEW YORK – Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha oggi chiamato al telefono Hussein Tantawi, capo del Supremo Consiglio delle Forze Armate egiziano, e lo ha esortato a mettere fine allo stato di emergenza e ai processi di civili davanti a corti militari.

Nel corso della conversazione telefonica, riferisce la Casa Bianca, Obama ”ha ribadito la stretta collaborazione tra Stati Uniti ed Egitto”, e al tempo stesso ”i due leader hanno concordato sulla necessita’ che le prossime elezioni egiziane siano libere e giuste e si svolgano in base agli standard democratici”.     Obama ha inoltre sottolineato che ”il risultato delle elezioni deve essere deciso dal popolo egiziano”.

Esprimendo soddisfazione ”per la volonta’ dell’Egitto di accettare” che il processo elettorale sia seguito da osservatori internazionali, Obama ha quindi ”sollecitato la revoca dello stato di emergenza e la fine dei processi militari per i civili”, ha affermato ancora la Casa Bianca in un nota.     Obama e Tantawi, aggiunge infine la stessa fonte, ”hanno anche parlato della situazione economica egiziana” e il presidente ha espresso la sua determinazione a far si che gli Stati Uniti forniscano al Cairo l’assistenza di cui ha bisogno.