Egitto, scontri a Suez: almeno 8 vittime

Pubblicato il 25 Gennaio 2013 - 21:30| Aggiornato il 7 Maggio 2022

ROMA,  – Si temevano vittime e le vittime sono arrivate.  Non a Piazza Tahrir, osservata speciale per l’anniversario della caduta dell’ex presidente egiziano Hosni Mubarak ma a Suez. E’  infatti di almeno 8 morti, 6 manifestanti e due poliziotti, il bilancio degli scontri  a Suez. Lo riferisce il corrispondente della Nbc. Tra le vittime ci sarebbe anche una donna. L’agenzia di Stato cita un bilancio di un morto nell’assalto al governatorato della città.

Nel pomeriggio di venerdì 25 gennaio, a Suez sono scoppiati violenti scontri tra manifestanti e agenti antisommossa, che hanno sparato lacrimogeni quando i dimostranti hanno tentato di assaltare la sede del governatorato locale.

Secondo i nuovi resoconti, la polizia avrebbe sparato prima proiettili di gomma poi pallottole vere.  Il bilancio, affermano gli attivisti sui social network, trovando conferma nelle fonti mediche, è di almeno 8 morti,  tra i quali una donna e una ragazzino di 15 anni. Alcuni feriti sono in gravi condizioni.