Elena Rodionova, l’istruttrice di nuoto che “tortura” i bambini. Lei si difende: “Curo anche le disabilità”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 31 Maggio 2019 7:58 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2019 20:13
Elena Rodionova

Elena Rodionova, l’istruttrice di nuoto accusata di torturare i bambini. Lei si difende: “Curo anche le disabilità”

LONDRA – Un video diventato virale, mostra le energiche tecniche di insegnamento di Elena Rodionova, istruttrice di nuoto russa di bambini, che un quotidiano filo-Cremlino ha definito simili a “riti di esorcismo”. La Rodionova, di Krasnodar, dagli utenti è stata accusata di “torturare i bambini” ma lei si difende dicendo di curare anche le disabilità. L’istruttrice costringe i piccoli a entrare in acqua e li immerge nelle piscina in modo abbastanza brusco, sembra che li lanci e non riescano a respirare, commentano i critici, aggiungendo che rischia di provocare danni permanenti. L’energica istruttrice ha esortato i genitori a ignorare il parere degli esperti ma non ce n’è bisogno visto che c’è la fila per iscrivere i bambini nella piscina dove pratica le lezioni di “ginnastica in acqua”. 

Una mamma, Olga, sostiene che la Rodionova “è stata mandata da Dio. Mio figlio ha una paralisi cerebrale e ha iniziato a camminare. Elena compie dei miracoli, le sarò grata per tutta la vita”. Ma altri istruttori di nuoto hanno duramente criticato i metodi di Rodionova. Oksana Zarevina ha detto: “Crede di far diventare il bambino più forte ma quando ha due o tre mesi non può esprimersi e crescendo avrà paura dell’acqua”. La coach Natalia Kostromina ha bollato la tecnica come “spaventosa” e aggiunto che “lanciare in acqua i bambini in questo modo dovrebbe essere proibito”. La pediatra e neonatologa Elena Ignatieva sostiene che “queste tecniche non dovrebbero essere autorizzate. Possono causare problemi di salute e psicologici allo sviluppo del bambino” e ha invitato le autorità a vietare il training di Rodionova. (Fonte: Daily Mail)