Elezioni Tunisia: primo voto di una ragazza in Australia

Pubblicato il 20 Ottobre 2011 16:17 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2011 18:00

TUNISI – E' stato di una ragazza in Australia il primo voto in assoluto per l'elezione dell'Assemblea costituente tunisina. La prima elettrice si chiama Nejia Oun ed e' entrata nel seggio per tunisini a Canberra indossando, su una corta gonna di jeans, un maglioncino rosso, come il colore della bandiera nazionale tunisina. Ad accoglierla i cinque componenti il seggio, il cui presidente, alla fine delle operazioni di voto, le ha stretto la mano. Una curiosita': l'urna, a differenza di quelle usate in Tunisia, non e' in plexiglas (quindi trasparente), ma in plastica bianca.

La Commissione governativa indipendente che ha organizzato la macchina elettorle ha messo, sul suo sito, il video che fa vedere Nejia al voto. Ed e' significativo che il primo voto, in una campagna elettorale fortemente caratterizzata dal dibattito sulla condizione femminile, sia stato di una donna. Nejia Oun, in una strana intervista, in cui ha inframezzato frasi in inglese, arabo e francese, ha sottolineato l'importanza del voto ricordando come esso sia stato, in un certo senso, reso possibile dal sacrificio di Mohamed Bouzizi, il giovane commerciante ambulante di Sidi Bouzid che si suicido' con il fuoco dando il via alle proteste culminate con la fuga del dittatore Ben Ali.