Elon Musk (Tesla) contro il lockdown: “Misure fasciste”

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Aprile 2020 14:04 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2020 14:04
Musk, Ansa

Elon Musk (Tesla) contro il lockdown: “Misure fasciste” (foto Ansa)

ROMA – Elon Musk, a capo della Tesla, ha definito “fasciste” le misure di lockdown in vigore negli Stati Uniti per contenere l’epidemia di Covid-19.

Il tutto mentre la sua casa automobilistica, che produce auto elettriche, ha registrato il terzo trimestre consecutivo di profitti (16 milioni di dollari nell’ultimo trimestre, dopo anni di perdite).

I trimestrali di Tesla hanno stupito molti investitori sullo sfondo della crisi generale che ha colpito il settore, col calo della domanda e molti impianti chiusi per via della pandemia.

Profitti o meno, parlando con gli investitori, Musk ha definito il lockdown una “prigionia forzata delle persone a casa, contro i loro diritti costituzionali”.

“Dire che non si può lasciare la propria abitazione altrimenti vieni arrestato è fascista”, ha denunciato il businessman, che poi ha aggiunto:

“Ridate alle persone le loro libertà”.

Musk, fin dall’inizio contrario alle misure di confinamento, ha poi avvertito che queste “causeranno danni non solo a Tesla, ma a molte altre società e quelle piccole non saranno in grado di superare la tempesta”. (Fonte: Agi).

Bezos e Musk più ricchi con la pandemia

Il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, e il Ceo di Tesla, Elon Musk, sono tra i miliardari che, in tempi del Covid, vedono crescere le proprie ricchezze.

Lo rileva un rapporto del think tank progressista Institute for Policy Studies, da cui emerge che, tra il 1/o gennaio e il 10 aprile, 34 dei 170 uomini più facoltosi d’America hanno aumentato le proprie fortune di decine di milioni di dollari.

Otto di questi paperoni hanno aggiunto al loro capitale almeno un miliardo di dollari, e i primi cinque appartengono al mondo dorato della tecnologia.

Al primo posto c’è Bezos, che al 15 aprile ha incrementato le sue ricchezze di 25 miliardi di dollari rispetto all’inizio dell’anno.

Terza è l’ex moglie MacKenzie Bezos, con 8,6 miliardi.

In mezzo c’è Musk, con 5 miliardi in più al 10 aprile.

Seguono Eric Yuan, fondatore della gettonatissima app Zoom, con 2,58 miliardi, l’ex Ceo di Microsoft Steve Ballmer con 2,2 miliardi.

Tra il 18 marzo e il 10 aprile la ricchezza dei miliardari Usa è aumentata di 282 miliardi, con un guadagno di quasi il 10%, mentre nelle stesse tre settimane – evidenzia il think tank – 22 milioni di statunitensi hanno perso il lavoro. (Fonte: Ansa).