Emirati: incidente aereo, muore il top manager fratello del presidente

Pubblicato il 30 Marzo 2010 15:52 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 15:52

Sheikh Ahmed bin Zayed al-Nahayan

Il corpo di Sheikh Ahmed bin Zayed al-Nahayan, fratello del presidente degli Emirati Arabi Uniti, è stato ritrovato questa mattina in Marocco, nei pressi del lago dove alcuni giorni fa si era inabissato l’aliante con cui stava sorvolando la zona. Lo riferisce l’emittente Tv panaraba al Arabiya con una scritta in sovrimpressione, precisando che da domani e per tre giorni negli Emirati Arabi sarà lutto nazionale.

Sheikh Ahmed bin Zayed al-Nahayan era dato per scomparso in seguito all’incidente, avvenuto nei pressi di Rabat, e dopo che il pilota che era con lui è stato ritrovato lo stesso giorno in discrete condizioni. Quarantadue anni, sheikh Ahmed bin Zayed al-Nahayan, managing director della Abu Dhabi Investment Authority (Adia), era stato definito nel 2009 dalla rivista Usa Forbes come il 27/mo uomo più potente al mondo, per la sua guida della Adia che, fondata nel 1976, si ritiene abbia risorse tra i 500 e i 700 miliardi di dollari che lo rendono il fondo sovrano più grande al mondo. Benché membro della famiglia regnate ad Abu Dhabi, non era direttamente in linea per la successione al trono.