Endurance, la nave che avrebbe dovuto portare Shackleton in Antartide è perduta per sempre

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 febbraio 2019 5:13 | Ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2019 19:38
Endurance, la nave che avrebbe dovuto portare Shackleton in Antartide è perduta per sempre

Endurance, la nave che avrebbe dovuto portare Shackleton in Antartide è perduta per sempre

LONDRA – Fallita la missione per ritrovare il relitto dell’Endurance, la nave che nell’agosto 1914 avrebbe dovuto portare l’esploratore britannico Ernest Shackleton e i suoi uomini, sulla costa antartica ma che rimase intrappolata nei ghiacci.

Dopo alcuni mesi dovette essere completamente abbandonata dall’equipaggio, il 27 ottobre, per affondare definitivamente il 21 novembre, a distanza di 281 giorni dall’incagliamento. Pur rimasti senza nave, tutti gli uomini dell’Endurance si salvarono dopo un’incredibile odissea sui ghiacci, impiegarono sei mesi prima di raggiungere la disabitata Elephant Island.

Il piccolo sommergibile telecomandato avrebbe dovuto rintracciare il relitto dell’Endurance ma dopo 30 ore di immersione sono stati persi i contatti nonché le immagini che aveva registrato, scrive il Daily Mail. Il sommergibile è entrato al di sotto di un’enorme lastra di ghiaccio galleggiante per scattare immagini della leggendaria nave ma il team della Weddell Sea Expedition a bordo del rompighiaccio sudafricano SA Agualhas II, ha perso i contatti.

Dopo numerosi tentativi per recuperare l’AUV7, il team ha deciso di abbandonare la missione poiché correvano il rischio di rimanere intrappolati nel ghiaccio.