Facebook: accordo con autorità Usa sulla privacy

Pubblicato il 29 Novembre 2011 18:58 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2011 19:01

NEW YORK, 29 NOV – Facebook ha raggiunto un accordo con la Federal Trade Commissione (Ftc) per risolvere una disputa sulla privacy. Facebook ha accettato di ottenere espressamente il consenso degli utenti prima di effettuare cambiamenti nelle impostazioni di privacy e di sottoporsi, per i prossimi 20 anni, a controlli sulla privacy condotti da consiglieri esterni. E' quanto si legge in una nota della Ftc, che ha accusato il social network di aver ingannato gli utenti nell'utilizzo delle loro informazioni personali.

''Facebook e' obbligata a mantenere le promesse sulla privacy fatte alle sue centinaia di milioni di clienti. L'innovazione di Facebook non deve avvenire – afferma il presidente della Ftc, Jon Leibowitz – a spese della privacy dei consumatori. L'azione della Ftc assicurera' che questo non avvenga''. Facebook, con 800 milioni di utenti, ha ricevuto molte critiche per la modifica delle politiche per la diffusione e condivisione delle informazioni personali senza un'adeguata informativa. L'accordo fa seguito alle modifiche apportate da Facebook nelle impostazioni sulla privacy nel dicembre 2009, quando ha reso pubbliche per default alcune informazioni personali dei suoi utenti, quali il nome, la foto, la citta; il sesso e la lista degli amici. I cambiamenti erano stati descritti allora dall'amministratore delegato di Facebook, Mark Zucherberg come un ''modello piu' semplice per il controllo della privacy''.