Fifa, Coca Cola e altri sponsor contro Blatter: “Si dimetta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Ottobre 2015 14:21 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2015 14:21
Fifa, Coca Cola e altri sponsor contro Blatter: "Si dimetta"

Sepp Blatter (Foto Lapresse)

NEW YORK – Coca Cola, McDonald’s e Visa, tre dei maggiori sponsor della Fifa, chiedono a Sepp Blatter di dimettersi immediatamente, per consentire un ”credibile e sostenibile processo di riforma”. Ma lui si rifiuta.

Le richieste arrivano una settimana dopo che la autorità svizzere hanno aperto un’indagine penale sul numero uno dell’organo di governo del mondo del calcio, indagato per gestione fraudolenta e appropriazione indebita di fondi, e hanno subito avuto altri aderenti alla causa, come il colosso belga InBev, che da sei anni ha acquisito la statunitense Anheuser-Busch, ovvero la produttrice della birra Budweiser.

Nel suo comunicato Coca Cola sottolinea come “ogni giorno che passa l’immagine e la reputazione della Fifa continua a offuscarsi. Serve una riforma globale e urgente che può essere realizzata solo attraverso un approccio veramente indipendente”. Stesso tenore nella richiesta di McDonald’s: “Gli eventi delle ultime settimane hanno continuato a d abbattere la reputazione della Fifa e la fiducia del pubblico nella sua leadership”. E Visa fa loro eco: “Crediamo che nessuna riforma significativa possa essere effettuata sotto l’attuale leadership Fifa”.

Lapidaria la risposta di Richard Cullen, uno degli avvocati di Blatter: “Anche se la Coca Cola è un pregiato sponsor della Fifa, il signor Blatter con rispetto dissente dalla sua posizione e crede fermamente che lasciare l’incarico ora non sia nell’interesse della Fifa, né farebbe progredire il processo di riforma e, di conseguenza, non si dimetterà”.

Le dimissioni di Blatter, annunciate ma subito dopo in parte ritirate, dovrebbero diventare effettive il 26 febbraio, quando è stato convocato il Congresso straordinario per l’elezione del suo successore.