Foley e Sotloff decapitati, Al Jazeera: “Video recita, pretesto per intervento”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 settembre 2014 20:20 | Ultimo aggiornamento: 6 settembre 2014 20:20
Foley e Sotloff decapitati, Al Jazeera: "Video recita, pretesto per intervento"

Foley e Sotloff decapitati, Al Jazeera: “Video recita, pretesto per intervento”

ROMA – Al Jazeera mette in dubbio l’autenticità dei video delle barbare esecuzioni dei giornalisti Usa James Foley e Steven Sotloff, per mano dei jihadisti dell’Isis in Siria.

In un articolo pubblicato sul suo sito web, la rete satellitare del Golfo giudica le immagini “non convincenti” ed esprime scetticismo sull’orrenda fine che hanno fatto i due reporter, definendo le decapitazioni una “messinscena in stile hollywoodiano che potrebbe essere stata usata come pretesto per un intervento occidentale in Siria”.

“Guardando il video sembra che Foley stia quasi recitando un ruolo in veste di protagonista e non di vittima, vuoi per il suo lungo discorso, quasi una performance teatrale, e si ha l’impressione che muova lo sguardo alla ricerca di un gobbo elettronico”, azzarda la tv panaraba con sede nel Qatar.

Al Jazeera esprime anche dubbi sull’identità del boia dei due reporter, l’uomo che nel video compare mascherato e vestito di nero: “Piuttosto che un jihadista comune sembra un attore di Hollywood”, insiste con toni irridenti. Washington, come altri governi, si é mostrata invece convinta che i video delle esecuzioni fossero autentici.