Fortnite, perde ai videogiochi con un ragazzino di 11 anni e lo minaccia. Arrestato

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 14:13 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 14:13
Fortnite, perde ai videogiochi con un ragazzino di 11 anni e lo minaccia. Arrestato

Fortnite, perde ai videogiochi con un ragazzino di 11 anni e lo minaccia. Arrestato

NEW YORK – Ha minacciato un bambino di 11 anni che lo aveva battuto ai videogame. Per questo Michael Aliperti, 45 anni, è finito in manette. L’uomo, di New York, ha spaventato a morte il ragazzino dopo mesi di duelli a distanza: i due erano rivali nel popolare videogame Fortnite, un gioco di sopravvivenza in cui fino a quattro giocatori combattono contro creature simili a zombie. In un’altra versione 100 giocatori combattono tutti contro tutti.

Dopo mesi di battaglie il ragazzino ha sconfitto l’adulto e Aliperti ha perso la brocca: lo avrebbe minacciato, tramite sms e messaggi vocali di andare a casa sua e sparargli, facendo allusione anche alla scuola del ragazzo.

La famiglia ha segnalato la cosa alla polizia, che ha preso le minacce fin troppo sul serio, trattando la vicenda anche come una “minaccia alla scuola”. L’uomo è stato quindi arrestato con l’accusa di molestie aggravate e per aver agito in modo tale da ferire un bambino.

Il giudice ha fissato una cauzione di 2.500 dollari ed emesso un ordine di protezione per la vittima.