Cronaca Mondo

Foto con granata agli amici, ma l’ha innescata: muore dilaniato

bomba-a-mano

Foto con granata agli amici, ma l’ha innescata: muore dilaniato

ROMA – Alexander Chechik è morto dopo aver posato con in un mano una bomba a mano dopo aver estratto l’innesco. L’uomo aveva inviato una foto ai suoi amici nella quale lo si vede mentre regge la granata proprio qualche secondo prima che esplodesse, uccidendolo all’istante.

La polizia russa sostiene che la vittima ha inviato diverse immagini agli amici nelle quali posava con la bomba a mano: questo indicherebbe che non aveva intenzione di togliersi la vita. Una foto scattata dagli stessi agenti, mostra il corpo dilaniato di Chechik.

Qualche attimo prima, un amico gli aveva scritto: “Dove sei? Stai bene?”. L’uomo aveva risposto ironicamente: “Dipende da cosa intendi per OK”. Quindi aveva inviato la foto della granata in mano, con il perno rimosso. Al che l’amico ha replicato: “Ascolta, non fare cose stupide. Dove sei?”.

Secondo la polizia Chechik era convinto che la bomba non sarebbe finché non fosse stata lanciata. Dal momento che l’uomo ha inviato quella stessa foto ad altri amici, la polizia ha classificato la sua morte come un incidente e non come un suicidio, secondo quanto riferito. Il comitato investigativo russo sta indagando sull’incidente, ha detto il capo della polizia Natalia Smyatskaya.

To Top