Papa: “Io figlio di emigrati”, con Obama proteggere Terra

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2015 15:52 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2015 16:03
Francesco alla Casa Bianca, Obama: "Lei Papa della speranza"

Francesco alla Casa Bianca, Obama: “Lei Papa della speranza”

NEW YORK – Papa Francesco alla Casa Bianca, Obama lo accoglie: “Grazie per il grande dono della speranza”. Il pontefice parla davanti a 15mila persone durante la cerimonia ufficiale.

Il presidente americano ha detto: “Grazie non solo per il ruolo, ma per le qualità uniche come persona. Nella umiltà, semplicità, nella dolcezza delle parole e la generosità dello  spirito vediamo in lei un esempio vivente degli insegnamenti di Gesù”.

Nelle prime parole del discorso di Francesco l’obbligo per umanità e governi di proteggere il pianeta, riferimento ai temi cari a Obama. E l’auto presentazione quale figlio di una famiglia di emigranti, rinvio al dramma planetario dei profughi.

Nel suo discorso un riferimento a Martin Luther King: “Riprendendo le sagge parole del Reverendo Martin Luther King, possiamo dire che siamo stati inadempienti in alcuni impegni, ed ora è giunto il momento di onorarli”, ha detto in riferimento ai cambiamenti climatici.

Il Papa è stato accolto dal Obama con grande familiarità e alla casa Bianca è arrivato a bordo di una Fiat 500. Al termine del suo discorso ha reso omaggio agli Stati Uniti con un “God bless America”, benedizione e insieme richiamo all’inno nazionale.