Chi fuma marijuana è più magro, obesità insidia lontana

Pubblicato il 5 Settembre 2011 18:59 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2011 19:01

Ap photo/Lapresse

NEW YORK – L’obesità è un’insidia più lontana per chi fuma marijuana. Si resta più sottili e si hanno meno probabilità di collezionare chili di troppo durante la settimana di routine davanti alla scrivania, almeno secondo quanto sostiene il dottor Yann Le Stratt in un’intervista alla Msnbc.

“Abbiamo scoperto che i consumatori di cannabis hanno meno probabilità di essere obesi rispetto a chi non ne fa uso”, ha spiegato lo psichiatra francese e co-autore di un nuovo studio pubblicato sul Journal of Epidemiology. “Siamo stati molto sorpresi, pensavamo di avere fatto un ​​errore”.

Utilizzando i dati di due studi epidemiologici su americani adulti, i ricercatori hanno scoperto che un numero compreso tra il 22% al 25% dei partecipanti che non fumano “erba” erano obesi. Chi invece si faceva qualche tiro almeno tre volte a settimana era al massimo in sovrappeso.

Le Strat ha detto che possono avere inciso sui risultati anche altri fattori, come il livello di attività fisica o l’alimentazione, ma poi ha anche voluto chiarire: “Il messaggio da portare a casa non è certamente ‘il fumo di cannabis, vi aiuterà a perdere peso”, ma ha aggiunto Le Strat “la possibilità che la cannabis sia associata a un minor rischio di obesità rimane un’ipotesi interessante, ma certamente ciò non può controbilanciare gli effetti negativi sulla salute e la salute mentale”.