Gaza, sospettato di collaborare con Israele: uomo ucciso in strada

Pubblicato il 17 Novembre 2012 10:45 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2012 10:45

GAZA – Era sospettato di collaborare con Israele. Per questo un uomo palestinese è stato ucciso venerdì in strada a Gaza, nel terzo giorno di bombardamenti. Uomini armati e mascherati hanno ucciso Ashraf Ouaida sparandogli più volte e lasciando vicino al suo corpo un cartello raffigurante un combattente di Hamas in possesso di un razzo.

L’uomo aveva un poster appeso al collo in cui veniva accusato di aver collaborato con gli israeliani nell’uccisione di 15 leader palestinesi. Wael Mohammed, un tassista che si trovava sui gradini della Moschea Aman nel quartiere di Sheikh Radwan di Gaza City, ha detto di aver notato una jeep su Al Jalla Street, dalla quale due uomini mascherati hanno trascinato via Ouaida: “L’hanno portato fuori dalla jeep e gli hanno ammanettato le mani dietro la schiena, lo hanno spinto sotto il poster e hanno sparato tre colpi di pistola alla testa”, ha detto Mohammed. “Era ancora vivo. Poi gli hanno tolto le manette, lo hanno rigirato e hanno fatto ancora fuoco”.