Gb. Pilota ”eroe” dell’aereo in fiamme…non volerà più

Pubblicato il 10 Settembre 2015 16:02 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2015 17:17
Chris Henkey

Chris Henkey

GB, LONDRA – Non volerà più il pilota dell’aereo della British Airways – gia’ esaltato dai media americani e britannici come un nuovo “eroe” – che due giorni fa ha contribuito a evitare un disastro fermando la procedura di decollo in extremis, sulla pista dello scalo di Las Vegas, dopo che uno dei motori del Boeing 777 di cui era ai comandi aveva preso improvvisamente fuoco.

A confermarlo e’ stato lui stesso, come riferisce la Bbc. Il pilota, Chris Henkey, compare giovedi su molte prime pagine di giornali londinesi. E in particolare dei tabloid, che ne lodano a caratteri cubitali il sangue freddo: dimostrato, scrivono, sia quando il motore e’ di fatto esploso sia, con l’equipaggio, nella fase di evacuazione degli oltre 150 passeggeri.

Il Sun lo mostra peraltro in un’immagine d’archivio in ‘borghese’, con i capelli brizzolati e una giacca multicolore da golf, in cui sembra di vedere gia’ un pensionato. E in effetti Hekney era davvero a un passo dalla pensione. Dopo quel Las Vegas-Londra, avrebbe dovuto compiere ancora un viaggio di andata e ritorno verso le Barbados prima del ritiro. Ma come lui stesso ha detto a una tv Usa, l’ultimo volo a questo punto non ci sara’: “E’ prudente dire che ho finito di volare”, ha tagliato corto.

Hekney si e’ anche schermito di fronte al plauso dei media e dei passeggeri, sottolineando che a bordo c’erano tre piloti e che a “reagire molto bene” e’ stato tutto l’equipaggio. La sua compagna, Lenka Nevolna, si e’ detta invece molto orgogliosa di lui: “E’ ancora scosso – ha riconosciuto la donna, confermando il pensionamento leggermente anticipato – ma io so che e’ un eroe”.