Gb, Londra. Tagli spese difesa, forse chiusura reggimento dei terribili Gurkha

Pubblicato il 15 Marzo 2015 17:57 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2015 17:57
Soldati Gurkha

Soldati Gurkha

GB, LONDRA – Le celebrazioni del secondo centenario della fondazione potrebbero coincidere con la chiusura del reggimento dei Gurkha. Colpa dei tagli alle spese per la difesa che dovrebbero essere contenuti nell’ultimo bilancio dello Stato britannico per questa legislatura.

I Gurkha, che hanno combattuto anche in Italia durante l’ultima guerra mondiale (sono circa settecento i caduti sepolti in diversi cimiteri di guerra nella penisola) sono un’unità dell’esercito britannico i cui componenti sono arruolati tra la popolazione Nepalese a partire dalla conclusione della guerra Anglo-Nepalese del 1812 – 1815, nel corso della quale si distinsero agli occhi dei britannici per le loro spiccate attitudini al combattimento.

Nel reggimento, molto attivo anche in Afghanistan ed in Iraq, gli uomini hanno in dotazione anche il kukri, il pugnale ricurvo, diventato il simbolo di questi soldati. Ma i tagli alla difesa, che dovrebbero portare l’esercito britannico ad una forza massima di 60 mila uomini (lo stesso numero di effettivi del tempo della guerra di Indipendenza americana nel 1776), potrebbero cancellare il reggimento, secondo il ‘Daily Express’, entro tre anni.

E per colpa dei tagli alle spese militari, il Regno Unito si accinge ad avere uno degli eserciti con l’equipaggiamento più vecchio al mondo: rispondendo ad una interrogazione parlamentare, il ministero della Difesa ha fatto sapere che utilizzerà ancora gli 883 carri armati ‘Bulldog’ entrati in servizio subito dopo la Seconda Guerra mondiale e che i jet Tornado andranno in dismissione solo dopo il 2025, quando avranno 50 anni.