Derek Chauvin, l’agente accusato di omicidio volontario di Floyd: rischia fino a 40 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2020 22:29 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2020 8:35
Goerge Floyd, l'agente accusato di omicidio volontario: rischia fino a 40 anni

Goerge Floyd, l’agente accusato di omicidio volontario: rischia fino a 40 anni (Foto Ansa)

WASHINGTON  –  Si aggrava la posizione di Derek Chauvin, l’agente di polizia americano accusato della morte di George Floyd, afroamericano di 46 anni deceduto per asfissia durante un fermo a Minneapolis. Il procuratore generale ha riqualificato l’accusa in omicidio volontario non premeditato.

Ora Chauvin rischia sino ad un massimo di 40 anni di carcere, secondo il capo di imputazione depositato in tribunale.  

Il pm di Minneapolis ha ordinato l’arresto anche per gli altri tre agenti coinvolti nella morte di George Floyd, accusandoli di complicità in omicidio di secondo grado, ossia omicidio volontario non premeditato. 

La Procura ha anche chiesto che la cauzione per tutti e quattro i poliziotti sia fissata in un milione di dollari.

“Un passo importante verso la giustizia”: questo il commento della famiglia Floyd. (Fonte: Ansa)