In Giappone dilaga la moda dei “Cat Café”: si gioca con i gatti e si beve il the

Pubblicato il 14 Febbraio 2011 14:24 | Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2011 14:25

TOKYO (GIAPPONE) – Nei Neko Café del Giappone non ci si va sono per prendere un thè. In questi luoghi ci si entra anche per coccolare i gatti che lo abitano. Prima di entrare bisogna togliersi le scarpe e lavarsi le mani. Il pioniere è stato un bar di Taipei, ma poi la tendenza è dilagata in Giappone, dove ad oggi si contano oltre 100 Cat Café, 39 solo a Tokyo.

A causa di regolamenti condominiali restrittivi, sono pochi gli abitanti del Sol levante che possono concedersi il lusso di un micio in casa; ecco perché in tutte le più grandi città sono stati aperti locali dove rilassarsi ammirando una dozzina di felini.

I gatti non sono però a disposizione dei clienti: se dormono non si possono svegliare e gli avventori possono coccolarli solo se gli esemplari si dimostrano disponibili. I più famosi Neko Café sono i Calico Cat Café arredati come grandi salotti, con tavolini, sofà e cuscini e il Nekorobi di Ikebukuro (Tokyo) dove oltre ai gatti ci sono internet wifi e i videogiochi.

Per un’ora in compagnia dei mici si spendono in media dai 7 ai 10 euro: nei week end è necessaria la prenotazione e le foto sono permesse, ma è vietato l’uso del flash.