Giappone, da Taiwan ecco l’applicazione iPhone per localizzare i dispersi dopo i terremoti

Pubblicato il 17 Marzo 2011 16:02 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2011 16:02

SHANGHAI – Un ricercatore taiwanese ha sviluppato un’applicazione per iPhone e smartphone Android che permette la localizzazione in caso di terremoto.

L’applicazione, chiamata ‘Mobile Savior’, invia dal cellulare o dallo smartphone le coordinate di latitudine e longitudine ad una serie di contatti di emergenza, così da permettere la localizzazione (attraverso internet) nel caso in cui il possessore del cellulare venga sommerso dai detriti di strutture crollate per il terremoto.

A patto, naturalmente, che ci sia campo per la ricetrasmissione mobile o WiFi. Liang Chih-hsiung, professore associato di multimedia alla Lunghwa University of Science and Technology di New Taipei, ha detto che aveva già pensato di sviluppare l’applicazione, ma che ha accelerato il processo di realizzazione dopo il terremoto giapponese.

L’applicazione può anche fornire una luce di emergenza o emettere dei suoni utili a farsi trovare. Non solo: l’applicazione fornisce anche immagini religiose (di ogni religione) che così possono dare conforto durante le attese e le emergenze. Liang ha già messo in commercio la sua applicazione, scaricabile a 2,99 dollari americani soldi che, ha detto Liang, girerà al ministero degli esteri taiwanese per le organizzazioni che si occupano dei soccorsi nei disastri.