Giappone, spariti 14 pesce palla velenosi. Tokyo dà l’allarme: può cucinarlo solo chi è esperto e autorizzato

Pubblicato il 9 Dicembre 2010 21:20 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2010 21:23

Allarme al mercato del pesce di Tsukiji a Tokyo, il più grande al mondo, dove sono sparite due casse contenenti quattordici esemplari del famigerato ‘fugu’, il pesce palla altamente velenoso, tra i piatti piu’ noti e discussi della cucina nipponica.

Il fugu (che in giapponese significa letteralmente ‘maiale di fiume’), è uno dei piatti più ricercati e costosi della cucina tradizionale del Sol Levante, e viene servito principalmente crudo (sashimi) e fritto (tempura). Il potente veleno, presente soprattutto nel fegato, la tetradotossina, lo rende potenzialmente letale se preparato da mani inesperte, motivo per cui il pesce palla può essere cucinato solo da chef dotati di una speciale licenza.

L’allerta è scattato martedì mattina, quando il venditore all’ingrosso di prodotti ittici Chuo Gyorui ha ricevuto una chiamata dal compratore della partita di pesce, secondo cui la merce, già partita da ore, non era stata ancora consegnata. Il pesce sparito, in tutto 21 chilogrammi, appartiene alla qualita’ ‘torafugu’ (‘pesce palla tigre’), la più pregiata e al tempo stesso più velenosa.

Dopo la denuncia della sparizione, il governo metropolitano di Tokyo ha immediatamente diramato un avviso pubblico che mette in guardia dal mangiare il prelibato pesce in luoghi diversi dai ristoranti specializzati, fornendo inoltre numeri di telefono diretti per contattare le autorità sanitarie.