Giappone: vagabondo vive per 54 giorni in un bagno pubblico

Pubblicato il 18 Ottobre 2010 12:42 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2010 14:42

Un giapponese di 57 anni è stato fermato dalla polizia dopo aver trascorso 54 giorni di fila in un bagno pubblico tradizionale (‘sento’, simile a una stazione termale) senza pagare, cibandosi di alimenti confezionati in vendita nel distributore automatico della struttura. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, l’uomo, disoccupato e senza fissa dimora, lo scorso 25 agosto è entrato nei locali di un bagno pubblico a orario continuato nella città di Amagasaki, nel Giappone centro-occidentale, senza più uscire all’esterno fino a domenica notte.

La prolungata permanenza del cliente è stata possibile grazie al particolare sistema utilizzato dal bagno pubblico, che è aperto ininterrottamente per 24 ore al giorno e prevede il pagamento dei servizi usufruiti solo all’uscita. L’uomo, tuttavia, è dovuto uscire allo scoperto alla mezzanotte di domenica, in seguito alla chiusura temporanea del locale per lavori di manutenzione programmata.

A fronte di un conto stratosferico da 158.460 yen (1.400 euro), calcolato in base ai 54 giorni consecutivi trascorsi nel bagno pubblico, l’uomo aveva in tasca solo 4.051 yen, ed è stato fermato dalla polizia con l’accusa di truffa.