Giappone. I topi squittiscono? Non più. Adesso cinguettano come uccelli

Pubblicato il 24 Dicembre 2010 13:52 | Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre 2010 13:53

Ecco una scoperta che potrebbe creare confusione nei bambini degli asili che imparano a distinguere i suoni che emettono i vari animali.

Sanno che gli uccelli cantano, le pecore belano e i topi squittiscono. Ma non sempre. Un gruppo di scienziati giapponesi ha infatti prodotto topi che cinguettanno come passerotti, a quanto riferisce l’Afp.

I ricercatori dell’Università di Osaka hanno incrociato topi geneticamente modificati allo scopo di esplorare i tratti evoluzionari nel quadro del loro ”Progetto per lo Sviluppo del Topo”.

Quando gli scienziati hanno scoperto che uno dei topi in laboratorio ”ha cominciato a cantare come un uccello”, si sono resi conto che la caratteristica poteva essere trasmessa alle future generazioni dell’animale. Allo stato dei fatti, nel laboratorio ci sono oltre 100 topi cinguettanti.

Studiando questi topi gli scienziati sperano di capire meglio l’evoluzione del linguaggio umano. Stanno anche cercando di accertare se i topi emettono altri tipi di cinguettii quando esposti a situazioni sociali diverse”.

Altri ricercatori stanno studiando topi nel tentativo di ottenere vari generi di risposte. Per esempio, le mutazioni genetiche nei topi sono all’esame degli scienziati per ottenere maggiori informazioni sul morbo di Parkinson, sulla depressione, sull’autismo ed altre malattie.

Gli scienziati giapponesi non si sono dedicati solo allo studio del linguaggio dei topi. Sembra che gli elefanti barriscono per mantenersi in contatto tra di loro, che le iene ridono per stabilire una gerarchia e che i delfini tentano di creare ”un linguaggio comune” quando comunicano con altre specie.