Gigi Hadid, la modella di origine palestinese: “Scontri a Gaza? Si tratta di avidità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 maggio 2018 6:59 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2018 18:04
Gigi Hadid, la modella di origine palestinese: "Scontri a Gaza? Si tratta di avidità" (foto Ansa)

Gigi Hadid, la modella di origine palestinese: “Scontri a Gaza? Si tratta di avidità” (foto Ansa)

NEW YORK – La supermodella statunitense Gigi Hadid  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,Ladyblitz – Apps on Google Play], una delle donne più belle del mondo, è rimasta molto fedele alle sue radici, ha origini palestinesi e in passato ha parlato apertamente del conflitto israelo-palestinese.
Il recente attacco a Gaza ha attirato l’attenzione mondiale e sulla situazione, la modella ha espresso il suo parere.
Su Twitter, Hadid ha postato lo screenshot di un articolo di giornale, che parlava dell’attacco, definendolo il più sanguinoso della Guerra di Gaza, dal 2014.

La modella ha inoltre aggiunto: “L’ho detto in precedenza e lo ripeto nuovamente. Per me, non riguarda la religione o uno contro l’altro ma si tratta di avidità”.

Il commento ha aperto sul social un dibattito, in molti le hanno di chiarire la sua posizione e Gigi ha risposto velocemente:”Potete pensare tutto quel che volete. Vivo amando tutti, indipendentemente dalla religione/razza. Dirò quindi di nuovo per l’ultima volta, che non sono anti-nessuno ma per la coesistenza. Questo è tutto.  #FreePalestine”.
Ha inoltre aggiunto:”Infine, per concludere, terrò le mie opinioni per me. I social media sono una delle cose più frustranti e contorte. Sono un’arma a doppio taglio. Tutto è considerato e letto in modo sbagliato, poiché i tweet non possono mai mostrare la reale profondità”.

Hadid, angelo di Victoria Secret, è stata elogiata per aver espresso la sua opinione, e in molti l’hanno incoraggiata a parlare costantemente di questi argomenti.
Le sorelle Hadid, Gigi e Bella, sono sempre state molto sincere riguardo le loro posizioni sulla Palestina, il massacro siriano e il commercio di schiavi libici. La coppia di supermodelle è sempre stata schietta sulla posizione del presidente Donald Trump rispetto al divieto d’ingresso dei musulmani negli USA.