Giornalista palestinese posta video antisemita su Twitter

Pubblicato il 19 Ottobre 2011 21:22 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2011 21:28

TORONTO, 19 OTT – Bufera sulla inviata palestinese in Canada, Linda Sobeh Ali, accusata di aver pubblicato su Twitter un video di Youtube giudicato dal ministero degli Esteri canadese 'antisemita'. Ne e' nato un incidente diplomatico che ha portato alle dimissioni della donna, nonostante le sue scuse.

Il video mostra una ragazza palestinese che recita una poesia in arabo, con sottofondo musicale. La ragazza, con voce commossa, comincia a recitare ''Mi chiamo Palestina'', ma poi inneggia – secondo la traduzione su YouTube – a una guerra che distrugge ingiustizia e oppressione e che stermina gli ebrei. Le autorita' canadesi hanno protestano con quelle palestinesi parlando di ''fatto grave''.

La diplomazia araba si e' difesa sostenendo che il contenuto del video e' stato intenzionalmente ingigantito e male interpretato. Fatto sta che la donna e' stata comunque costretta a porgere le sue scuse e a lasciare il suo posto. Anche perche' Ottawa aveva dichiarato di voler interrompere i rapporti con la rappresentanza palestinese fino a che la donna non fosse stata sostituita.