New York, giornalista portoghese ucciso: l’assassino è il suo compagno gay

Pubblicato il 12 Gennaio 2011 6:15 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2011 16:29

Un modello di 20 anni ha confessato l’omicidio del giornalista portoghese Carlos Castro, di 65 anni. Renato Seabra, questo il nome dell’assassino, dal 29 dicembre faceva coppia fissa a New York con il famoso editorialista lusitano, un omosessuale dichiarato: pernottavano nella stessa stanza di un albergo a Times Square.

Seabra era un modello in cerca di fortuna in un reality show per modelli e da quanto risulta dall’ autopsia, ha ucciso il giornalista strangolandolo per poi recedergli i genitali con un cavatappi. “Ha detto che lo ha fatto per liberare Castro dalle sue perversioni omosessuali”, ha dichiarato un poliziotto agli organi di stampa. Seabra è poi scappato dall’hotel ma è stato trovato al Roosevelt Hospital mentre si faceva curare tagli alla faccia ed ai polsi.

I due, entrambi portoghesi, durante questi giorni sono stati visti spesso insieme in ristoranti e locali del posto e Castro aveva pagato le spese del viaggio di entrambi per celebrare il nuovo anno a New York. Si pensa che sia stato ucciso dopo essersi rifiutato di portare Seabra a fare compere in città.