Singapore, scontro cargo-cisterna. 15mila barili di greggio in mare: nuova catastrofe

Pubblicato il 25 maggio 2010 8:38 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2010 8:43

Ennesimo allarme ambientale. Questa mattina lo scontro tra una petroliera e una nave cargo ha causato la fuoriuscita in mare di circa 2.000 tonnellate di greggio, circa 15mila barili. La guardia costiera della Malaysia ha affermato che la collisione è avvenuta in acque malaysiane e ha confermato lo sversamento di petrolio in mare. L’incidente è avvenuto alle 6 ora locale (le 23 di ieri in Italia).

A scontrarsi sono state la nave cisterna Bunga Kelana 3 e la Mt Waily, immatricolata a St. Vincents e The Grenadines. “La collisione ha causato uno squarcio di 10 metri sul lato sinistro della cisterna e 2.000 tonnellate di greggio sono finite nel tratto di mare dove è avvenuto l’incidente”, ha spiegato il comandante Abdul Hadib bin Abdul Wahab. La Bunga Kelana 3 è una petroliera classe Aframax di fabbricazione 1998 immatricolata in Malaysia, con una portata lorda di 105,784 tonnellate.
Gli equipaggi starebbero operando per evitare una nuova catastrofe naturale.