Guatemala, tigri strappano le braccia a un operaio del circo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 febbraio 2018 5:58 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2018 18:03
Cipriano-Alvarez

Cipriano Alvarez

CITTA’ DEL GUATEMALA, GUATEMALA – In Guatemala, Cipriano Alvarez lavorante di un circo, mentre dava da bere alle tigri chiuse in gabbia, è stato attaccato, i felini gli hanno strappato entrambe le braccia.
Alvarez, che da due mesi si prendeva cura delle 13 tigri per sfamare la famiglia, stava mettendo nella gabbia un secchio d’acqua ma i felini lo hanno afferrato e solo la prontezza degli abitanti del villaggio di El Jocotillo ha impedito che lo sbranassero. Affinché i felini mollassero il 55enne hanno iniziato a lanciare pietre, a picchiarle con i bastoni.

Il figlio Victor Hugo ha riferito ai media locali che il padre era stato incaricato di dar da mangiare alle tigri per 2 giorni e poi, il terzo, doveva lasciarle senza cibo.
Cipriano attualmente è in terapia intensiva all’Ospedale Cuilapa di Santa Rosa.
Jimmy Navarro, direttore regionale dell’agenzia governativa CONAP che è responsabile della conservazione e l’uso sostenibile della diversità biologica del Guatemala, ha confermato che 13 tigri, un lama e un cammello erano tenuti in gabbie su terreni abbandonati del villaggio.

Report locali affermano che il sito è stato temporaneamente utilizzato dai proprietari del circo, prima di un trasferimento permanente in Belize e sembra abbiano accettato di pagare le spese mediche di Cipriano.