Attacco hacker al network della PlayStation 3: rubati i dati di 77 milioni di utenti

Pubblicato il 27 Aprile 2011 10:12 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2011 10:12

MILANO – Un attacco hacker al sistema on line della PlayStation 3 ha fatto sì che i dati personali di almeno 77 milioni di utenti fossero stati rubati. La Sony, preoccupata per l’esito dell’attacco informatico e per la privacy dei suoi milioni di “giocatori on line”, il 20 aprile scorso aveva momentaneamente sospeso il sistema per ingaggiare “una competente agenzia esterna per la sicurezza, per condurre una completa ed estesa indagine su quanto accaduto”.

I pirati potrebbero essersi impossessati dei dati personali, date di nascita e password, di tutti gli abbonati al network. Sony non esclude che siano stati rubati anche numeri di carte bancarie: “Nonostante non ci sia prova che i dati della vostra carta di credito siano stati presi in questa circostanza, non possiamo escludere tale possibilità”.

A seguito di questa “intrusione esterna – ha spiegato il portavoce di Sony Patrick Seybold – Sony ha sospeso la rete PlayStation Network e il servizio di musica online Qriocity. Niente al momento permette di affermare che siano stati rubati dati bancari, ma non possiamo escluderlo”.