La Banca Mondiale cancella tutti i debiti di Haiti, grazie anche l’Italia

Pubblicato il 28 maggio 2010 19:14 | Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2010 19:29

Robert Zoellick

La Banca Mondiale ha cancellato tutti i debiti del governo di Haiti verso l’Associazione per lo Sviluppo Internazionale, il braccio esecutivo della Banca per il sostegno ai Paesi piu poveri. Un debito che ammontava a 36 milioni di dollari.

Una nota della Banca Mondiale precisa che la cancellazione degli oneri dovuti dal governo di Port-au-Prince è stato possibile grazie ai contributi di Italia, Belgio, Canada, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Giappone, Olanda, Norvegia, Spagna, Svezia e Svizzera.

Haiti non deve dunque più nulla alla Banca Mondiale, che dopo il devastante terremoto di gennaio ha messo a disposizione delle autorità locali fondi pari a 479 milioni di dollari fino al giugno 2011.

“Cancellare i debiti di Haiti è solo una parte dei nostri sforzi per sostenere gli sforzi di ricostruzione – ha detto Robert Zoellick, presidente della Banca Mondiale – e per questo continueremo a lavorare molto da vicino con il governo locale ed i partner internazionale per sostenere la ripresa e lo sviluppo di lungo termine”.