Harvey Weinstein in carcere a Riker Island cade e batte la testa: ricoverato in infermeria

di Caterina Galloni
Pubblicato il 10 Marzo 2020 6:25 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2020 20:35
Harvey Weinstein cade e batte la testa in carcere a Riker Island

Harvey Weinstein cade e batte la testa in carcere a Riker Island (Foto archivio ANSA)

ROMA – L’ex produttore Harvey Weinstein è in carcere e dopo una brutta caduta ora è ricoverato nell’infermeria di Rikers Island. Secondo il suo portavoce Juda Engelmayer è “infelice” ma cerca di essere “il più ottimista possibile”.  
“Ha avuto molto tempo per riflettere sulla sua vita, sentirsi umiliato e pensa che da questo momento sarà una lunga battaglia in salita” ha commentato Engelmayer.

In seguito alla condanna del 24 febbraio per molestie e stupro a Weinstein, 67 anni, è stata negata la cauzione ed è stato trasferito in prigione dove c’è “un lavandino, i servizi igienici ed è tutto in acciaio inox e aperto” ma come ha spiegato il portavoce, è stato particolarmente difficile adattarsi alla vita in prigione senza l’aiuto del suo deambulatore.

Sabato scorso, dopo aver provato a camminare da solo, è caduto e ha “sbattuto la testa, ha delle fitte e pensa di aver subito un trauma cranico”. L’ex produttore cinematografico, in carcere dispone di una sedia a rotelle ma sembra che abbia difficoltà ad usarla.

Weinstein è stato trasferito a Rikers Island il 5 marzo dopo aver trascorso quasi due settimane all’ospedale Bellevue, dove ha subito un intervento chirurgico al cuore. Domani ci sarà la sentenza definitiva e il produttore di “Shakespeare in Love” rischia fino a 29 anni di prigione.

(Fonte PageSix)