Le hostess ballano a bordo al ritmo di Lady Gaga: polemiche nelle Filippine

Pubblicato il 6 Ottobre 2010 13:10 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2010 13:10

Se un passeggero habituè spesso sonnecchia durante l’esposizione delle procedure di sicurezza prima del decollo, oppure le ignora, sicuramente sarà meno distratto, specialmente se maschio, allo spettacolo di hostess giovani e carine che espongono le stesse trite consegne ai passeggeri ballando al suono di disco music in modo coreografato e coordinato.

Questa l’idea della compagnia low cost filippina Cebu Pacific, il cui esperimento e’ stata immortalato a beneficio del mondo intero da un viaggiatore, che ha ripreso la scena con il suo telefonino e l’ha scaricata su YouTube, visionato in due giorni da 7,2 milioni di persone, sollevando qualche polemica.

Nel video si vedono le assistenti di volo che mostrano il funzionamento di cintura di sicurezza, giubbotto galleggiante e mascherina d’ossigeno ballando al ritmo di ”Just dance” di Lady Gaga fra applausi di passeggeri sorpresi e divertiti. Cebu Pacific ha ingaggiato un coreografo per dirigere le hostess, tutte volontarie.

Per ora, spiega la compagnia filippina, si tratta di un esperimento, che sarà esteso ad altri voli interni e internazionali. ”Siamo sempre stati una compagnia che mira a divertire le famiglie. Le reazioni sono state positive. I passeggeri hanno veramente prestato attenzione alle istruzioni delle assistenti di volo”, ha dichiarato la responsabile del marketing della compagnia low cost, Candice Iyong.

Ma nelle Filippine non a tutti è andata a genio la trovata della Cebu Pacific: alcune associazioni e sindacati hanno giudicato l’esperimento ”degradante” per le donne. Per il sindacato del personale di bordo della compagnia rivale Philippine Airlines, la scelta di assistenti di volo giovani e carine, anche se volontarie, non aiuta nella lotta contro il divieto a esercitare la professione oltre i 40 anni. ”Ci sembra un vero ritorno al passato tetro degli anni ’50 e ’60, quando le hostess dovevano portare minigonne e pantaloncini corti per compiacere ai clienti, che erano per lo più uomini d’affari”. Secondo il partito femminista Gabriela, infine, la danza delle hostess è ”uno strumento promozionale di cattiva qualità”: