Il falco Dick Cheney si sente tradito da Bush e vuota il sacco: “E’ un politico come tutti gli altri”

Pubblicato il 13 agosto 2009 20:30 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2009 20:30
dickcheney

Dick Cheney

L’ex vice presidente Usa rompe il silenzio e attacca Bush in un libro che uscirà nel 2011.

Il Washington Post riporta che «nel secondo mandato Cheney si è sentito tradito. Vedeva Bush scosso dai sondaggi negativi e dalle critiche dell’opinione pubblica. Pensava che si fosse corazzato contro i suoi consigli, che fosse diventato più conciliante», ha detto al giornale un partecipante a una di molte conversazioni informali in cui Cheney ha discusso il libro di memorie che da tempo aveva annunciato.

Sulla conduzione della guerra in Iraq, Bush scelse una linea meno intransigente di quella voluta dal falco Cheney, il cui principio di fondo nel suo modo di far politica è sempre stato, scrive il Washington Post, «mai chiedere scusa, mai spiegare». Invece Bush nell’ultimo periodo è parso recedere da questa linea, quasi che – appunto – volesse «chiedere scusa», volesse «spiegare».