Il fratello del Papa: «Ho schiaffeggiato i miei alunni»

Pubblicato il 10 Marzo 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2010 12:00

da: Il Giornale

Monsignor Georg Ratzinger, il fratello di Benedetto XVI, ribadisce di essere stato all’oscuro degli abusi sessuali, subiti dai ragazzi nella scuola preliminare dei Domspatzen, ammette di aver dato qualche schiaffo ai suoi cantori e chiede «perdono alle vittime». E sempre ieri è sceso in campo anche il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, che con una nota alla Radio vaticana ha fatto il punto sulla situazione tedesca spiegando come sia sbagliato mettere sotto accusa soltanto la Chiesa cattolica e ricordando che le istituzioni ecclesiastiche «hanno dato prova di volontà di trasparenza» e hanno in certo senso accelerato «il manifestarsi del problema invitando le vittime a parlare».
L’ottantaseienne monsignore fratello del Pontefice, direttore del coro dei «passerotti del Duomo» di Ratisbona, dal 1964 al 1994, ha rilasciato un’intervista al quotidiano tedesco Passauer Neue Presse. Va sottolineato che le violenze di cui Georg Ratzinger parla, anche in relazione alla scuola e al convitto dove i ragazzi vivevano, sono sempre e soltanto punizioni corporali, perché di abusi sessuali «non si è mai parlato» e il fratello del Papa non ne venne mai…

Leggi l’articolo originale