Il mistero del riccone cinese scomparso nel nulla

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2015 14:42 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2015 14:42
Il mistero del cinese scomparso. Caccia a 17° uomo più ricco

Guo Guangchang

PECHINO – Mistero in Cina: da giovedì 10 dicembre non si hanno più notizie di Guo Guanchang, super manager di 48 anni, presidente e amministratore delegato di Fosun (la conglomerata che controlla il Club Med in Francia) e diciassettesimo uomo più ricco di Cina secondo Bloomberg.

Da giovedì intorno a mezzogiorno la sua azienda non riesce più a mettersi in contatto con lui, che, secondo quanto riferisce il quotidiano online cinese Caixin, sarebbe stato visto per l’ultima volta all’aeroporto di Shanghai mentre, circondato da poliziotti, scendeva da un aereo proveniente da Hong Kong.

Una delle ipotesi più accreditate sulle sorte di Guo è che sia finito nelle maglie della giustizia con un’accusa per corruzione nell’ambito di una delle tante inchieste scattate negli ultimi mesi nella Repubblica Popolare, dopo che il presidente Xi Jinping ha dato il via ad una sorta di “Mani Pulite” in salsa cantonese. Il nome di Guo Guangchang, tra l’altro, era stato fatto durante il processo di Wang Zongnan, presidente della catena di distribuzione Bailian condannato a 18 anni di prigione per appropriazione di fondi e corruzione.

L’azienda ha smentito che il suo presidente sia coinvolto in un’inchiesta, ma nel frattempo ha deciso di sospendere la contrattazione dei titoli delle sue filiali quotate in Borsa a Hong Kong e Shanghai. Fosun è uno dei maggiori gruppi privati in Cina e si occupa di attività che vanno dall’assicurativo all’immobiliare, fino al siderurgico. In Europa possiede il francese Club Med e ha una partecipazione nel noto Cirque du Soleil.