Il serial killer del carrello: adescava donne online, le uccideva e le abbandonava nei carrelli del supermercato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Gennaio 2022 9:00 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2022 13:32
Il serial killer del carrello: adescava donne online, le uccideva e le abbandonava nei carrelli del supermercato

Il serial killer del carrello: adescava donne online, le uccideva e le abbandonava nei carrelli del supermercato (foto Ansa)

Il corpo, coperto da un telo, era riverso in un carrello di un supermercato abbandonato nei pressi di Union Station, nel cuore di Il serial killer del carrello: adescava donne online, le uccideva e le abbandonava nei carrelli del supermercato, a due passi da Capitol Hill. E’ stata trovata così la quinta vittima del serial killer del carrello, the Shopping Cart Killer.

Le vittime

Parliamo di Anthony Robinson, 35 anni, afroamericano, già in carcere dalla fine di novembre. Il trentacinquenne è recluso nel penitenziario di Rockingham, in Virginia, già accusato della morte di due donne i cui corpi sono stati ritrovati dentro un sacco di plastica sistemato anch’esso in un carrello, abbandonato nella boscaglia alle porte della cittadina di Alexandria. La stessa sorte di altre due ragazze fatte sparire con le stesse modalità e rinvenute sempre in Virginia, alle porte di Washington. Tutte avevano tra i 29 e i 54 anni, e tra loro anche una donna incinta e una madre di sei figli. Dopo la scoperta di questa quinta vittima, di 40 anni, il timore è che la lista si possa allungare.

Quanti corpi ci sono ancora là fuori? E’ questa la domanda che ora angoscia gli investigatori.

Chi è Anthony Robinson

Della vita privata di Robinson, senza fissa dimora e fatta di lavori saltuari tra New York e Washington, si sa poco e niente.

Quel che si sa è che Robinson adescava le sue vittime attraverso alcuni siti di dating online, il preferito era Plenty of Fish e poi le attirava in un motel. Qui le colpiva, le uccideva e poi le nascondeva nei carrelli del supermercato

Il presunto serial killer, se giudicato colpevole, dovrebbe però evitare la sedia elettrica o l’iniezione letale. Lo scorso mese di marzo, infatti, il governatore democratico Ralph Northam ha firmato la legge che fa della Virginia il ventitreesimo stato Usa ad abolire la pena di morte.