Cronaca Mondo

Utah, la lista anonima che denuncia gli immigrati clandestini

Il governatore dello Utah Gary Herbert

Negli Stati Uniti la chiamano semplicemente “la lista” e sta scatenando il panico nella comunità ispanica dello Utah. La lista è quella ricevuta per posta dalla polizia e dai madie dello Stato nordamericano, e contiene un elenco di circa 1.300 nomi di immigrati ispanici definiti dal mittente come ”illegali”. La lista è stata inviata da non meglio precisate persone che si firmano “cittadini preoccupati degli Stati Uniti”.

L’elenco fornisce dettagli specifici per ogni persona contenuta nella lista: non solo il nome, ma anche l’indirizzo di casa, il numero di telefono, la data di nascita, e in alcuni casi anche la precisazione se si tratti o meno di donne incinte.

Una portavoce del governatore dello Stato, Gary Herbert, nel definirlo ”inquietante”, ha detto che l’episodio è considerato ”serio e grave” e per questo è stata aperta un’inchiesta, per accertare se non siano coinvolti dipendenti pubblici che hanno accesso ai registri anagrafici dello Stato.

I sedicenti ‘Cittadini Preoccupati’ oltre a denunciare nel dettaglio il nome degli immigrati, ne chiedono l’immediata deportazione, e invitano i media a pubblicare la loro lista integralmente. Inoltre annunciano che altre liste analoghe saranno inviate in futuro.

”Guardiamo e ascoltiamo – è scritto nel testo -. Siamo non violenti e non sosteniamo la violenza. Amiamo il nostro Paese e il nostro Stato. Amiamo il governo. Amiamo la Costituzione. Siamo cittadini che semplicemente assistono al degrado del Paese e dello Stato, causato in parte dalla continua presenza di immigrati clandestini”. In Utah la stragrande maggioranza di immigrati è ispanica.

To Top