Incendio a Notre-Dame, Isis e gli jihadisti esultano sul web: “Allah è grande”

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 16 aprile 2019 11:46 | Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2019 11:46
Incendio a Notre-Dame, Isis e gli jihadisti esultano sul web: "Allah è grande"

Incendio a Notre-Dame, Isis e gli jihadisti esultano sul web: “Allah è grande” (Foto Ansa)

MILANO –  Non è un attentato terroristico, ma Isis, come era prevedibile, esulta per l‘incendio alla cattedrale di Notre-Dame e celebra il “colpo al cuore dei crociati”. Peccato non averci pensato prima, avrà detto qualcuno. E in realtà c’è chi c’aveva pensato. 

Inès Madani, 22 anni, solo pochi giorni fa, venerdì 12 aprile, è stata condannata proprio in Francia a 8 anni per istigazione al terrorismo. Ma il suo nome è noto per altro. La giovane donna, infatti, andrà a processo anche per aver pianificato nel 2016 un attentato proprio contro la cattedrale simbolo della Francia. Avrebbe voluto colpire il monumento gotico con un’auto riempita di bombole di gas. L’hanno fermata prima. 

L’idea, insomma, non era aliena alle menti degli jihadisti. E così sul web è rimbalzato il giubilo di molti fanatici islamici, che millantano una presunta “vendetta di Allah contro i razzisti colonialisti”. Anche il sito Site, che monitora l’attività dei fanatici islamici sul web, parla di diverse “manifestazioni di gioia” per la cattedrale in fiamme. Nel 2001 le Torri Gemelle di New York erano state il simbolo dell’America ferita al cuore dalla sete di vendetta talebana. In questo caso, per colpire il cuore dell’Europa, i terroristi non hanno nemmeno avuto bisogno di sporcarsi le mani. (Fonti: Bfmtv, Jihad Watch, Site)