Incidente auto per nonna Obama in Kenya: sta bene

Pubblicato il 6 Febbraio 2012 19:27 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2012 19:36

NAIROBI, 6 FEB – E' ancora ricoverata presso l'Aga Khan Hospital di Kisumu, ma è in buone condizioni, Sarah Obama, la nonna del presidente degli Stati Uniti rimasta coinvolta sabato scorso in un incidente d'auto lungo l'autostrada Kisumu-Busia, a pochi metri dal Kisumu International Airport. Lo ha confermato ai media locali il portavoce della famiglia e zio del presidente americano, Sayid Obama, secondo cui la donna, 90 anni, "sta rispondendo bene al trattamento terapeutico" perchè "è molto forte".

L'auto su cui viaggiava Sarah Obama si è ribaltata all'esterno della carreggiata dopo che il conducente ha perso il controllo in un tentativo di sorpasso. Sarah Obama ha riportato diverse contusioni in tutto il corpo ed è stata trasportata in ospedale ancora in stato di shock. L'incidente è avvenuto a circa 50 chilometri a nord ovest della città di Kogelo Siaya, dove la donna vive con la sua famiglia. "Io sono la nonna di tutti i keniani e so che sono preoccupati per questo non voglio che l'incidente sia gonfiato a dismisura. Sto bene", ha detto Mama Sarah al quotidiano locale The Standard. "Dio è con me", ha poi concluso la donna. L'incidente, infatti, avrebbe potuto avere conseguenze molto più serie per tutti gli occupanti dell'auto rimasta completamente distrutta dopo l'impatto.

Sarah Obama ha ricevuto la visita di molte autorità kenyane, tra cui il presidente della commissione distrettuale per la sicurezza nazionale, Baoz Cherutich, che ha riferito di essere andato personalmente a verificare le condizioni di salute della donna "per garantire al paese che stava bene". Sarah Obama è la seconda moglie del nonno paterno di Obama, Hussein Onyango Obama. Il presidente americano parlò di lei come la sua "granny" (nonna) nel libro di memorie "Dreams from My Father" del 1995, dove descrisse la sua visita in Kenya nel 1988 e la "goffagine" dei tentativi di comunicare con l'anziana donna. Barack Obama ha visitato i suoi parenti kenioti a Kogelo almeno tre volte.

In Kenya è ancora vivo il mito di Barack Obama, figlio di un economista keniota e un antropologo americano. Centinaia di bambini nati dopo la sua elezione come presidente degli Stati Uniti portano il suo nome che campeggia anche sulle pareti e le fiancate di negozi e minibus in tutto il paese.