India, New Delhi. Mozzano mano docente cristiano, 10 islamici condannati

Pubblicato il 8 Maggio 2015 14:22 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2015 14:22
Il docente Tj Joseph in ospedale

Il docente Tj Joseph in ospedale

INDIA, NEW DELHI – Un tribunale speciale ha condannato dieci militanti islamici a otto anni di carcere per aver mozzato con un’accetta nel 2010 la mano destra di un professore universitario cristiano che aveva insultato il profeta Maometto.

I giudici, appartenenti a una corte della polizia antiterrorismo della National Investigation Authority (Nia), li hanno riconosciuti colpevoli di tentato omicidio, sedizione e associazione a delinquere.

TJ Joseph, che insegnava letteratura al Newman College di Thodupuzha, nello stato meridionale nel Kerala, era stato aggredito da un gruppo di militanti di un’organizzazione islamica keralese chiamata Popular Front of India mentre tornava da una chiesa insieme a dei familiari. Sarebbe stato ‘punito’ perché aveva formulato delle domande considerate blasfeme in un questionario per gli studenti.

Alcuni mesi prima era già stato denunciato dai gruppi fondamentalisti ed arrestato, ma aveva ottenuto la libertà provvisoria. In seguito alle denunce, era stato licenziato dall’istituto scolastico e aveva perso il lavoro.

La Nia aveva incriminato 37 persone per l’attacco, ma il tribunale, che ha sede nel capoluogo di Ernakulam-Kochi, ha assolto 18 imputati la scorsa settimana. Dei rimanenti 19, 13 sono stati condannati (dieci a otto anni e tre a due anni) e cinque sono latitanti.