India: fachiro decapita e beve il sangue di un bambino di un anno e mezzo per avere ‘poteri soprannaturali’

Pubblicato il 26 luglio 2010 8:19 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2010 8:19

La dea Kali

Un fachiro ha sequestrato e poi decapitato nello Stato meridionale indiano del Tamil Nadu un bambino di un anno e mezzo in un rito sacrificale alla dea Kali mirante ad ottenere poteri soprannaturali. Lo scrive lunedì 26 luglio il quotidiano The Times of India.

Durante questa cruenta pratica realizzata insieme alla sua compagna, aggiunge il giornale, il fachiro avrebbe anche bevuto il sangue della sua piccola vittima, seppellendo poi il corpo in un luogo e la testa in un altro. L’uomo, di nome Gafoor (31 anni), ha candidamente spiegato di aver ricevuto durante un sogno il consiglio di sequestrare, uccidere un bambino, bevendone il sangue, per ottenere una straordinaria forza soprannaturale.

La polizia lo ha arrestato insieme alla sua compagna, ed ha quindi disseppellito in due differenti distretti del Tamil Nadu i resti della vittima, G. Khader Yusuf, la cui madre è una giovane vedova.