India, lotta contro il tempo per salvare Mahi: cinque anni, in un pozzo da 60 ore

Pubblicato il 23 Giugno 2012 8:03 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2012 8:46

NEW DELHI, 23 GIU – Mahi, una bambina indiana di cinque anni, è caduta mercoledì scorso, mentre giocava con i suoi amichetti nel giorno del suo compleanno, in un pozzo profondo 25 metri a Manesar, vicino New Delhi, ed i soccorritori hanno ingaggiato una corsa contro il tempo per cercare di salvarla. Lo riferisce la tv ''all news'' Times Now.

In una vicenda che ricorda quella di Alfredino Rampi, il bambino di sei anni morto nel giugno 1981 a Vermicino in un pozzo di 60 metri, l'opinione pubblica indiana segue con grande apprensione gli sforzi di tecnici dell'esercito e dei servizi della metropolitana che stanno scavando un canale parallelo al pozzo per raggiungere la piccola.

Alle 11 di oggi, ha precisato la tv, mancavano ancora quattro metri al raggiungimento della meta poichè si è dovuto far ricorso ad una trivella speciale per forare un durissimo blocco di pietra.

Nulla si sa delle condizioni della piccola Mahi che non risponde più alle sollecitazioni esterne, mentre ossigeno viene pompato continuamente nel pozzo per assicurarne l'aerazione. Una microcamera, calata all'interno del canale non e' riuscita a fornire indicazioni significative sullo stato di salute della bambina.

Disperato il papà, Neeray, ha detto che solo nelle prime due ore Mahi ha pianto e chiesto aiuto, poi non ha più reagito a sollecitazioni e richiami dall'esterno.