India, media. Marò, governo ”maldestro” su vicenda e ora ”in alto mare”

Pubblicato il 21 febbraio 2014 9:24 | Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2014 9:24

hinduINDIA, NEW DELHI – L’incidente in cui due Fucilieri di Marina italiani sono accusati di avere ucciso due pescatori indiani al largo del Kerala “e’ un esempio accademico di come non si deve gestire un caso simile”. Lo scrive venerdi il quotidiano Hindustan Times (HT).

In un commento dal significativo titolo “Completamente in alto mare su questo”, e con un altrettanto esplicito sottotitolo (“Il governo centrale ha titubato ed annaspato sul caso e lo ha prolungato a detrimento dell’India”), il quotidiano in lingua inglese – che ha la più alta circolazione nel Paese – ribadisce che “vi sono pochi dubbi che l’India abbia gestito la vicenda in modo maldestro”.

Un esempio, spiega, “e’ stato quello di aver dato all’Italia l’assicurazione che la pena di morte non sarebbe stata applicata, senza tenere conto che se poi si cerca di formulare i capi di accusa in base ad una legge anti-pirateria, spettera’ al tribunale decidere se applicare o meno la pena massima”.

L’indecisione del governo, conclude l’HT, “ha portato ad una impasse diplomatica che ha spinto anche l’Unione Europea a manifestare preoccupazione. Nulla di piu’ di un processo rapido e’ quello che desiderano le parti coinvolte in questo caso. Ma per il momento l’India sembra su questa questione essere completamente in alto mare”.