La moglie partorisce una femmina, il papà si toglie la vita dandosi fuoco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Luglio 2020 11:59 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2020 11:59
India, Moglie partorisce una femmina, il papà si toglie la vita dandosi fuoco

India, la moglie partorisce una femmina, il papà si toglie la vita dandosi fuoco (foto ANSA)

La moglie partorisce una bambina, la madre lo rimprovera per non aver avuto un maschio e lui si suicida. Poche ore dopo muore anche la moglie.

La tragedia si è consumata a Gautamnagar, in India. Il dramma è avvenuto domenica scorsa quando l’uomo è morto dandosi fuoco.

La polizia ha aperto un fascicolo di indagine per cercare di fare piena luce sulla drammatica vicenda.

Come riporta Gulf News, dopo ripetuti litigi con sua moglie, l’uomo si è suicidato bruciandosi, ha dichiarato il portavoce della polizia locale.

Alla base del gesto pare vi sia l’insistenza della famiglia che lo assillava per avere un erede maschio.

Una primogenita femmina in India è “disonorevole”

La moglie, 23enne, aveva partorito una bambina quattro giorni prima ed era stata rimproverata dai suoceri alla presenza del marito.

“Anche la donna è morta successivamente a seguito di un infarto poiché non è riuscita a sopportare lo shock della morte di suo marito avvenuta in un ospedale di Agartala mentre la suocera la rimprovera continuamente per aver messo al mondo una bambina” ha spiegato la polizia.

Secondo i vicini della coppia, la madre dell’uomo rimproverava spesso la nuora per quella bimba che aveva in grembo.

“La nascita di una femmina è inquietante per una famiglia” era una delle frasi ripetute dalla suocera.

Secondo il Centro asiatico per i diritti umani, in India i pregiudizi nei confronti delle bambine rimangono un grosso problema.

Nel Paese infatti la maggior parte delle famiglie reputa disonorevole la nascita di una figlia femmina come primogenita e le istituzioni consentono l’aborto selettivo in base al sesso. (fonte GULF NEWS)