Bambino di 4 anni intrappolato in un pozzo profondo 60 metri in India

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2020 14:23 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2020 14:23
Bambino di 4 anni intrappolato in un pozzo profondo 60 metri in India

Bambino di 4 anni intrappolato in un pozzo profondo 60 metri in India (Foto Ansa)

In India c’è un bambino di 4 anni intrappolato in un pozzo da ieri sera. Da ore si scava in un condotto parallelo per salvarlo.

L’India segue col fiato sospeso per le operazioni, in corso da ieri sera, per tentare di salvare Prahlad, un bambino di quattro anni intrappolato in un pozzo. Siamo nel villaggio di Septura, nello stato del Madhya Pradesh.

Secondo i media, il piccolo si era avvicinato al pozzo mentre suo padre e altri abitanti del villaggio stavano facendo interventi di manutenzione. Il pozzo, a cielo aperto, è profondo 60 metri, e Prahad è bloccato all’altezza di 15 metri.

Oltre ai soccorritori della Protezione Civile, nella notte è arrivato sul posto anche l’esercito. Il governatore dello stato, Shivraj Singh Chouhan, ha twittato che i militari stanno scavando un pozzo parallelo per raggiungere il bambino.

I pozzi a cielo aperto, che si trovano in gran parte dei villaggi rurali indiani, costituiscono uno dei pericoli maggiori, spesso mortali, per i bambini che vivono in quelle aree: ogni anno si contano alcune decine di incidenti di questo tipo.

Il bimbo morto a Gorizia

Lo scorso luglio un bambino di 12 anni è morto dopo essere caduto in un pozzo profondo una trentina di metri nel parco Coronini Cromberg a Gorizia. Era in gita con il centro estivo e stava facendo una caccia al tesoro. 

Il pozzo nel quale era caduto il bambino non era una cavità naturale, ma una costruzione artificiale nei pressi di un palazzo. Si tratta di un tipico pozzo dalla muratura circolare alta circa 50 centimetri.

I vigili del fuoco, con il personale Saf, avevano cercato di recuperare il dodicenne che però nonaveva mai risposto alle sollecitazioni dei soccorritori dopo essere precipitato nella cavità asciutta. (Fonte Ansa).