India, quattro atlete di 15 anni tentano suicidio: una muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Maggio 2015 13:32 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2015 13:32
India, quattro atlete di 15 anni tentano suicidio: una muore

I soccorsi alle ragazze

NEW DELHI – Quattro giovani atlete indiane impegnate in sport acquatici hanno messo in atto mercoledì sera in Kerala un suicidio collettivo per non ancora ben chiarite “molestie e pressioni” da parte di un allenatore. Una di esse è morta e le altre tre sono ricoverate in condizioni critiche in ospedale.

L’incidente è avvenuto in un ostello della Authority degli Sport dell’India (Sai) dove le atlete quindicenni erano alloggiate a Alappuzha, località a 130 chilometri dalla capitale dello Stato, Trivandrum. Secondo prime frammentarie informazioni, il messaggio firmato dalle quattro ragazze prima di compiere il loro gesto chiamerebbe in causa un allenatore il cui comportamento sarebbe andato pesantemente oltre la relazione normale con le atlete. Personale del Centro di addestramento ha però cercato di minimizzare l’episodio sostenendo che si tratterebbe della conseguenza di un rimprovero formulato dall’allenatore che avrebbe sorpreso le atlete a consumare bevande alcoliche. Per il suicidio le giovani avrebbero mangiato frutti di ‘Othalanga’, una pianta che cresce quasi solo in Kerala e in Sri Lanka e che e’ conosciuta come “l’albero dei suicidi”.